CI SONO PALAZZI DAVANTI A CUI PASSIAMO DAVANTI MILLE VOLTE, PRESI DALLE NOSTRE VITE FRENETICHE, E IGNORIAMO CHE NASCONDANO VERI E PROPRI TESORI. E’ IL CASO DI PALAZZO EDISON A MILANO!

Siamo in Foro Bonaparte al civico 31, a pochi passi dalla stazione di Milano Cadorna.

Palazzo Edison è uno di quei palazzi normalmente impossibili da visitare, proprio perchè ancora utilizzati dalla società come sede, ma che in giornate particolari si apre ai visitatori. E’ il caso delle Giornate FAI d’autunno.

Le foto che vedrete non saranno mie, ma le avrò cercate su internet, dato che durante la mia visita era presente un fotografo professionista che stava realizzando un reportage per l’azienda appunto e che quindi deteneva i diritti per le immagini. La mia solita sfiga!

Ingresso a Palazzo Edison
LA STORIA DEL PALAZZO

Viene costruito in soli 15 mesi sotto la guida dell’architetto Enrico Combi, che inizia i lavori nel 1891 e l’anno dopo è già utilizzabile dalla Edison, la nuova società che si occupa di fruizione di elettricità a Milano e a buona parte del Nord Italia.

Oltre all’architetto Combi, dobbiamo assolutamente ringraziare Luigi Boffi per le decorazioni dell’ingresso e l’Officina Mariani Secchi e C. di Milano per le balaustre in ferro battuto dello scalone principale in marmo di Carrara. Un’assoluta opera d’arte, del tutto a mano, di artigianato milanese. Solo per questo vale la pena di entrare!

la balaustra in ferro battuto è un capolavoro assoluto!

Il capolavoro assoluto però di questo palazzo è altrove, precisamente nella Sala degli Azionisti e degli Analisti, due sale gemelle, che si trovano al primo piano, dotate di una cupola a vetri colorati, da rimanere senza parole!

Al secondo piano del palazzo troviamo gli uffici dei dirigenti e le sale del consiglio di amministrazione.

La più bella è in assoluto la Sala della Fontana, che al suo interno ha proprio una fontana in marmo ancora oggi funzionante.

Oltre al puro carattere decorativo, la fontana aveva la funzione di assorbire il fumo dei numerosi sigari fumati dagli uomini durante le lunghissime riunioni in consiglio!

Pagine: 1 2