Mantova era nella mia testa da molto tempo, sarà per la Camera degli Sposi del Mantegna e per le meraviglie di Giulio Romano a Palazzo Te, o per i suoi famosissimi tortelli di zucca e amaretti e la celeberrima sbrisolona…

Considerando che dista solamente poco più di due ore di treno da Milano (ci sono frequenti treni diretti) , direi che Mantova è perfetta per passare tre giorni camminando in mezzo alla bellezza.

Io ho soggiornato alla Foresteria del Merlin Cocai, un piccolo B&B in pieno centro, esattamente a metà strada fra Piazza Sordello e Palazzo Te. Posto in un cortile privato con cancello automatico, ha camere nuove e pulitissime, e la proprietaria, gentilissima, mi ha dato un mio mazzo di chiavi per essere pienamente autonoma.

Mantova è una delle città lombarde a mio avviso più belle, non per niente nel 2016 è stata nominata Capitale Italiana della Cultura e nel 2008 insieme alla vicina Sabbioneta, è stata inserita come Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco! Inoltre, è una città molto verde, ed essendo circondata da ben tre laghi, c’è una escursione in barca che vi consiglio assolutamente di fare: la crociera dei fiori di loto. Dura all’incirca un paio d’ore ma oltre a poter ammirare il profilo della città dall’acqua, vedrete coi vostri occhi queste immense distese di fiori di loto sulle acque del Lago Superiore….Vi sembrerà di essere nel lontano Oriente, da dove in effetti arriva questa pianta e che qui, h trovato il proprio clima ideale!

Costa all’incirca 10 euro e per info e prenotazioni vi lascio il link http://www.negriniandestours. it.

Mantova è una città che si gira benissimo in tre giorni, il suo centro storico è pedonale e molto grande, e racchiude gioielli assoluti come la Basilica di Sant’Andrea con la vicina Piazza delle Erbe, e poco più in là l’immensa Piazza Sordello, vero cuore della città, con il connesso Palazzo Ducale e il Castello di San Giorgio.

Pagine: 1 2