Si sa, in nessun altro Paese al mondo si mangia bene come in Italia, lo sanno anche su Marte. In Sicilia però, la fantasia, l’arte e la tradizione culinaria sono all’apice della loro bellezza.

Io lo dico sempre: quando andrò in Sicilia, devo digiunare un mese prima di partire e un mese dopo essere tornata! Questo perchè la tradizione culinaria siciliana è talmente varia e io sono talmente curiosa che devo assolutamente assaggiare tutto! E poi è tutto buonissimo….ma come si fa a resistere??

Nei miei due giorni a Catania ho assaggiato qualche prelibatezza del posto, una buonissima pasta alla norma, presso la Nuova Trattoria del Forestiero (Via Coppola 24, proprio attaccato al quartiere di San Berillo), che mi senti assolutamente di consigliarvi.

Dalla signora Rosanna vi sentirete a casa! E’ una trattoria storica della città e serve piatti della tradizione, per nulla costosa e i piatti sono abbondanti!

la mia superba pasta alla norma? con pasta fatta in casa!

ARANCINI O ARANCINE?

Rigorosamente arancini. Guai a chiamarli in modo diverso, non siamo a Palermo o a Trapani. I più buoni della città?! Ma alla Pasticceria Savia, in Via Etnea! Proprio davanti a Villa Bellini.

https://lnx.savia.it/

C’è sempre tantissima gente, non potete non vederla. La scelta è ampia, ci sono i classici al ragù, al burro, alla catanese ( con melanzane, pomodoro e basilico), al pistacchio….un paradiso per i golosi insomma! L’arancino è il classico streetfood siciliano e lì è assolutamente divino, così come il cannolo.

Alla ricotta con pistacchi, buonissimo, croccante, una autentica goduria, provare per credere.

non vi viene l’acquolina in bocca solo a vederlo??!